Settore: TLC | Anno: 2018

Dall’osservazione alla predizione: il motore di intelligenza artificiale realizzato da Spindox per il Digital Monitoring di TIM.

Il team di Treno di Spindox Labs porta intelligenza artificiale e big data all’interno di DI-MON (Digital Monitoring) di TIM. Così uno strumento nato per osservare in tempo reale l’utilizzo delle risorse hardware e l’emissione di eventi applicativi generati dai processi di business diventa predittivo. I dati sono infatti aggregati per consentire l’effettuazione di calcoli basati su specifici pattern di comportamento dei sistemi.

Soluzione

Il modulo di intelligenza artificiale per il Digital Monitoring di TIM è stato realizzato per da comunicare direttamente con lo stack di gestione dei log in uso del cliente. Quest’ultimo è stato sviluppato a sua volta da Spindox. Il motore di predictive analytics utilizza tecniche di machine learning e deep learning e offre tre funzionalità:

  • Anomaly Detection: apprende l’andamento delle metriche misurate in situazioni di normalità e rileva eventuali scostamenti, indicandone il grado di criticità.
  • Correlation: suggerisce associazioni tra eventi anomali che si verificano su metriche differenti.
  • Prediction: stima probabilità di anomalie in un breve intervallo di tempo futuro.

Trattandosi di una sistema di apprendimento automatico (machine learning), il motore è in grado di affinare nel tempo i propri modelli predittivi. In altre parole le prestazioni e le capacità della macchina migliorano nel tempo.

Vantaggi

Lo scopo principale del modulo di intelligenza artificiale è fornire strumenti automatici per comprendere eventi anomali che possono verificarsi su tutti i sistemi sotto osservazione.

In particolare il motore offre i seguenti vantaggi:

  • Riduzione dei margini temporali necessari a prendere decisioni importanti e quindi aumento dell’efficienza della macchina operativa (realtime decision making).
  • Riduzione dell’effort richiesto per il monitoraggio degli applicativi, con ulteriori vantaggi dal punto di vista dell’efficienza.
  • Reazione immediata agli eventuali problemi che si manifestano nel processo di business.
  • Prevenzione dei problemi stessi, attraverso il riconoscimento immediato dei cambiamenti e l’analisi precoce delle anomalie.
  • Più semplice definizione di protocolli operativi standard