Una nuova IoT per una vera Industria 4.0

Il concetto di IoT (Internet of Things) sta evolvendo. Sebbene già oggi si contino 20 miliardi di dispositivi connessi e operativi in tutto il mondo, la IoT deve ancora esprimere il suo vero potenziale. E non si tratta solo del fatto che il numero di tali dispositivi è destinato a raddoppiare in breve tempo. La vera sfida consiste nel mettere più intelligenza negli oggetti in rete, per fare in modo che essi adeguino il loro comportamento all’evoluzione del contesto, senza la necessità di un intervento umano.

L’obiettivo è sempre quello: gestire meglio il business. Per questo servono informazioni utili a migliorare prodotti, servizi ed esperienze o a inventarne di nuovi. E tali informazioni sono generate da applicazioni che si integrano in un ecosistema coerente: un ambiente fatto non solo di software, ma anche di sensori e oggetti fisici, la cui governance è affidata a modelli di intelligenza artificiale. Il machine learning al servizio della IoT, insomma.

Su questo fronte si muove Spindox. E non c’è solo la cosiddetta Industria 4.0. I nostri casi di studio IoT vanno dall’ambito sanitario (sistemi per la prevenzione delle cadute dei pazienti affetti da patologie neurologiche) a quello logistico (localizzazione dei veicoli per l’industria automobilistica), fino al mondo della grande distribuzione organizzata (IoT per la gestione intelligente del punto vendita).

News